giovedì 6 aprile 2017

Caldaie e Modelli Come Funzionano i Vari Modelli di Caldaie

Caldaie e Modelli Come Funzionano i Vari Modelli di Caldaie

Alle caldaie è spesso affidato il compito della produzione dell'acqua calda sanitaria, questa apparecchiatura trasforma l'energia dei vari combustibili,( Metano, GPL, Gasolio, Pellet, legna ecc..) in calore reso disponibile in tutto l'edificio attraverso un circuito contenete acqua o vapore. In termini pratici, la caldaia brucia Gas o altro combustibile, per riscaldare l'acqua che viene trasmessa ai termosifoni o calorifici. E' difficile parlare delle diverse tipologie di caldaie perchè queste possono essere classificate in diversi modi: in base al combustibile, alla potenza termica nominale, al tipo di tiraggio e alla tecnologia di scambio. La caldaia più diffusa in ambiente domestico è quella Murale, e come facile intuire, sono installate al muro e occupano poco spazio. 

Sono dotate di scambiatori in Acciaio Austenitico e capaci di resistere alle temperature di fiamma e alla corrosione legata alla stessa combustione. Le caldaie murali possono essere sia a Camera Aperta (con canna fumaria a tiraggio naturale) sia a Camera Stagna (a tiraggio forzato), queste tipologie possono essere installate a muro rispettivamente in ambiente esterni e interni. 



Quelle a camera stagna con tiraggio forzato vedono il prelievo e l'espulsione dell'aria direttamente dall'esterno e possono essere installate all'interno della casa. Al contrario, le caldaie murali a camera aperta con canna fumaria a tiraggio naturale, prelevano l'aria dall'ambiente in cui vengono inserite e possono essere collocate all'esterno o in appositi locali provvisti di areazione. Dopo questa breve descrizione delle caldaie tradizionali, vogliamo ricordare, che non vengono più prodotte da settembre 2015 per una direttiva Europea 2009/125/CE, meglio conosciuta come Direttiva Eco-Design, che stabilisce i requisiti minimi di efficienza e i limiti di emissioni per gli apparecchi di riscaldamento e acqua calda sanitaria ai quali i produttori di dispositivi devono attenersi, già in fase di progettazione, per incrementare l'efficienza energetica e ridurre l'impatto ambientale dei propri prodotti durante tutto il loro ciclo di vita. Sarà,  quindi, possibile immettere sul mercato modelli solo a Condensazione. 

Caldaie e Modelli come Funzionano i vari Modelli di Caldaie

A differenza della caldaia tradizionale che dissipa il gas in combustione, la Caldaia a Condensazione sfrutta i fumi prodotti con la combustione, vengono raffreddati fino a riportarli allo stato liquido (appunto, si crea la condensa dal vapore generato con la combustione) andando cosi a recuperare il calore utilizzato per preriscaldare l'acqua di ritorno. Con questa tecnologia, la temperatura dei fumi di uscita si abbassa a circa 40°C ed è prossima alla temperatura di mandata dell'acqua. Le caldaie a condensazione riescono a sfruttare l'energia termica dei fumi perchè sono realizzate con materiali resistenti all'acidità della condensa. In particolare utilizzano scambiatori di calore ad hoc, resistenti all'acidità pH 4-5, che va a formarsi condensando il vapore di combustione. 

Il rendimento di questi apparecchi è superiore del 10-15% a quello di una caldaia tradizionale e permette di risparmiare sui consumi di gas fino e oltre il 35%, riducendo le emissioni ed aumentando il calore negli ambienti riscaldati. Le Caldaie a Pellet rappresentano una soluzione alternativa ed innovativa per il riscaldamento di un ambiente domestico, civile o industriale. E' bene sapere che con il termine caldaia a pellet non si fa riferimento a una stufa a pellet, progettata per riscaldare in base alla propria potenza una stanza a cubatura piccola, media o grande, ma al cuore di un vero  e proprio impianto di riscaldamento alimentato da combustibile naturale proveniente dagli scarti della lavorazione del legno. 

Commercialmente esistano diverse tipologie di queste caldaie, di vario prezzo, di potenza piccola o grande a seconda dell'area da riscaldare e comunque rispetto ad altri tipi di caldaie hanno dimensione e ingombri più elevati perchè devono avere un contenitore per il caricamento automatico del pellet che di solito è più grande della caldaia vera e propria e può essere inglobato nel blocco caldaia compatta o esterno. L'alta qualità della combustione del pellet è garantita da un microprocessore elettronico che regola e ottimizza l'ingresso del pellet (combustibile) e la qualità di aria comburente. La potenza erogata da questi apparecchi viene modulata in automatico, a seconda della richiesta di calore. La capacità di modulare la potenza evita continue accensioni e spegnimenti della caldaia, mantenendo rendimenti molto alti. 

L'acciaio è il materiale con cui generalmente sono costruite, perchè resistente alle alte temperature. Le caldaie per uso civile sono nella maggior parte costruite a Tubi di Fumo, cosi dette proprio perchè i fumi caldi risultanti dalla combustione del pellet vengono incanalati in un fascio di tubi immersi in acqua, che viene quindi scaldata per convenzione. 

Questo tipo di riscaldamento hanno rendimenti superiori al 90%, per quanto riguarda le ceneri prodotte dalla combustione, chi adotta questo tipo d'impianto dovrà, anche per sicurezza, effettuare regolare pulizia e lo smaltimento delle ceneri che vengono raccolte in un cassonetto apposito che va svuotato. Le Caldaia a Legna sono, come dice la parola stessa, quelle che usano come combustibile la legna, sono utilizzate principalmente da chi abita in zone in cui la legna è facilmente reperibile e che hanno possibilità e spazio per lo stoccaggio e non abitano in condomini. 

La tipologia costruttiva più usata da queste caldaie è quella a Fiamma Inversa o Rovesciata. Con il termine “caldaia a Fiamma Inversa” si fa riferimento al fatto che  la fiamma invece di svilupparsi verso l'alto, si sviluppa in basso; anche per questo motivo le caldaie a legna a fiamma inversa hanno la carica del combustibile nella parte alta, e si può caricare il focolare al massimo senza che la legna bruci tutta in una volta insieme. 

Queste caldaie vanno caricate con legna o Cippato a seconda del modello,di formato adatto ad essere contenuto perfettamente nel vano di carico, e la legna, materiale naturale e per questo ecologico, deve essere asciutta e secca. Nella camera di combustione raggiunta dalla fiamma , avviene il processo di Gassificazione, la legna cioè arde e brucia quasi completamente emettendo pochi scarti. Si ottimizza così la resa della caldaia e anche il suo tiraggio. L'aria infatti è fondamentale nel processo di combustione, essa infatti gestisce la quantità di combustibile (veloce o lenta) poiché all'aumentare della quantità di aria (regolabile tramite una valvola) corrisponde un aumento di combustione. Una volta avvenuta la combustione interviene un ventilatore ad aspirazione che azionando il tiraggio crea nella camera di combustione una depressione che obbliga la fiamma e i gas sprigionati a fuori uscire dalla parte posteriore. 

Le ceneri derivanti dalla combustione della legna naturale possono essere sparse senza problemi nell'ambiente ed usate come fertilizzante. Inoltre si caratterizzano per la sicurezza e la facilità di manutenzione.Le Caldaie o Scaldacqua a Pompa di Calore rappresentano la più recente soluzione tecnologica per ottenere acqua calda sanitaria con un buon risparmio energetico in bolletta, ed anche una versione ecologica quando sono integrate a un impianto Solare Termico o Fotovoltaico. Rispetto ad uno scalda acqua tradizionale elettrico si può, con una caldaia a pompa di calore risparmiare fino al 75% sulla bolletta elettrica, perchè per esempio per ottenere 100 di acqua calda si ha un consumo pari a 25 di elettricità e 75 di pompa di calore. In commercio attualmente si sono sviluppate le soluzioni proposte dai principali produttori rispetto ad un paio di anni fa e si possono trovare sia murali compatte, a pavimento, sia con Split esterno, sia per singole abitazioni o plurifamiliari, sia integrabili con impianti solari termici e fotovoltaici per ottimizzare ancora di più i risparmi energetici ed economici. Questi apparecchi funzionano utilizzando un fluido frigorigeno che, mediante cambiamenti di stato e cicli di compressione ed espansione, è in grado di prelevare il calore dell'aria e di cederlo in acqua sanitaria per portarla da 10-15°C fino a 60°C (temperatura di stoccaggio del bollitore). 

Caldaie e Modelli Come Funzionano i Vari Modelli di Caldaie. Siamo giunti alla fine del nostro viaggio nel mondo delle caldaie, ma volevamo dare uno sguardo al futuro. Una delle classificazioni delle caldaie fa riferimento al combustibile con cui è alimentata la caldaia stessa, di cui sopra abbiamo accennato, e cosi siamo arrivati all'innovativa Caldaia a Biomassa. Con il termine “Biomassa” si intendono tutti i tipi di residui provenienti da coltivazioni agricole e dalla deforestazione e da attività industriali della lavorazione del legno e della carta, gli scarti di origine biologica, la legna che si può ardere, i rifiuti di tipo urbano, e tutto ciò che si può trasformare in energia elettrica sia in maniera di retta come la legna, sia mediante specifici trattamenti. 

Le caldaie alimentate con combustibile assimilabile a biomassa sono progettate in diverse taglie di potenza, da quelle medie piccole per uso residenziale a quelle di potenza elevata. Tutte le caldaie a biomassa si contraddistinguono per i sistemi di sicurezza con cui sono state progettate, per l'automazione e la modulazione di fiamma comandata da un sistema di controllo elettronico a microprocessore, si differenziano per la possibilità di essere alimentate con un solo tipo di biomassa o con versatilità che consente di usare anche diversi tipi di materiale. 

Per lo stoccaggio del combustibili a biomassa , naturalmente c'è bisogno di avere a disposizione lo spazio adeguato. Inoltre esiste la possibilità di ottenere degli Incentivi Statali quando si decide di installare una caldaia biomassa. Le possibilità di detrazione sono due: detrazioni per ristrutturazioni o detrazioni per il risparmio energetico e in alcuni casi è possibile beneficiare dell'EcoBonus del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica. E' di fondamentale importanza sottolineare un sano consiglio, affidatevi sempre a personale professionista in caldaie, solo un tecnico che vanta molti anni di esperienza e con le dovute certificazioni potrà esservi veramente d'aiuto, realizzando i vostri progetti, riuscendo a consigliarvi in modo corretto, trovando sempre una soluzione adatta alle vostre esigenze, per una corretta accensione, e provvede a un corretto controllo e manutenzione.
Share This

Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Followers

Lettori fissi

Articoli consigliati

Designed By Blogger Templates